In Rete l’alluvione di Parigi del 1910

alluvione_paris_307x166Oltre a essere una grande fonte per l’attualità, la Rete è sempre più il repository della nostra memoria. Tra le categorie più frequentate, ci sono infatti i siti che consentono di ricercare i propri antenati. In parallelo, gli appassionati di storia sono spesso attratti dagli archivi fotografici: vere e proprie miniere di conoscenza antropologica, con possibilità di ritrovare vecchie immagini in bianco e nero legate a eventi particolari o a fatti di cronaca che hanno segnato la memoria dei più anziani.

Quest’ultimo caso è proprio quello della grande alluvione di Parigi del 1910, di cui quest’anno ricorre il centenario. Alcuni siti francesi – quelli del Comune di Parigi, del Ministero dell’Ecologia e dell’Assemblea Nazionale – hanno messo on line in questi giorni diverse decine di fotografie d’epoca che testimoniano la drammaticità del fatto e l’intraprendenza delle persone.

Tanto per fare un esempio, si vedono dei parigini in barca navigare nei pressi di una stazione della metropolitana, oppure gruppi di cittadini che erigono ponti di fortuna. Tra le immagini più suggestive, c’è senza dubbio quella della Tour Eiffel con ‘i piedi nell’acqua’.

Comune di Parigi
In parallelo con una mostra che si tiene presso la galleria delle Biblioteche, il Comune di Parigi ha lanciato un sito dove trovare oltre 1.300 documenti. Le fotografie sono state classificate per argomento (la vita quotidiana, la copertura mediatica dell’evento, calamità…) e una mappa in grado di individuare le riprese nella capitale. Il sito permette anche di accedere a molte caricature da cui risulta che i parigini erano riusciti a prendere l’alluvione con ironia.

Ministero dell’ecologia e dello sviluppo sostenibile
Il Ministero dispone anche di un sito che si basa su una mappa interattiva della Senna, tra i comuni di Dienville (Dawn) e Canteleu (Seine-Maritime). Quasi 2.000 immagini danno così l’entità delle inondazioni anche al di fuori della sola città di Parigi.

Assemblea Nazionale
L’Assemblea nazionale dedica diverse pagine del suo sito alle fotografie scattate nelle strade intorno al Palais Bourbon. In alcune, si vedono anche i deputati arrivati in barca per l’Assemblea. Nel sito inoltre vengono riportate le note di uno stenografo del Palazzo, che così scriveva: “Nonostante l’alluvione continui ad alzarsi, non vengono prese precauzioni (…) Alcuni parlamentari chiedono che il Parlamento sospenda le sue sessioni. Mr. Doumer, relatore generale del bilancio, si oppone a questa richiesta. Le divisioni in seno al Parlamento sembra che abbiano gettato nel panico la popolazione. Quando l’acqua sarà entrata nell’emiciclo, saliremo sui gradini…”.

Alessandro