L’arte? Si compra on line

Sothebys2L’arte conquista la Rete, la invade della sua bellezza con nuovi musei da visitare on line, ultimo della serie il MAXXI di Roma, che propone senza veli le sue collezioni d’arte, d’architettura, le rassegne temporanee e i progetti in calendario. Ma l’arte rivoluzione la Rete sottoponendola anche alle regole del suo mercato. Ora anche l’arte “elitaria”, quella che si acquista con paletta da alzare alla celebre domanda “Chi offre di più?” , trova spazio nel mondo del www. Due nomi lo dimostrano: Sotheby’s e Christie’s.
La prima è la casa d’aste fondata nel lontano 1744 e originariamente specializzata nella vendita di libri, poi divenuta famosa nel 1958 per la celebre asta Goldschmidt, forse la più sensazionale vendita di una collezione privata mai realizzata. In soli 21 minuti vennero battuti 7 dipinti, per un totale di 781.000 sterline (la somma più alto mai raggiunto fino ad allora). Oggi www.sothebys.com  – con versione anche in italiano – offre la possibilità di partecipare alle vendite dopo avere registrato i propri dati accedendo a una pagina personale. Una volta consultato un vasto catalogo, si scelgono i pezzi preferiti per acquistarli direttamente sul Web.

Non è da meno Christie’s, l’altra londinese d’eccellenza: la sua prima asta risale al 5 dicembre 1766. A dimostrare che da allora i tempi sono cambiati, è quanto riportato sul sito: “Tremila, tremiladuecento per il signore in fondo alla sala… tremilacinquecento per lei, signora… tremilaottocento al telefono. Quattromila da un offerente online”. Oggi la casa d’aste consente di assistere in diretta alle vendite dei pezzi più importanti grazie ad un servizio di streaming video on-line. Con l’applicazione Christie’s Live™, si può partecipare via Internet a un’asta, ascoltando e vedendo il banditore e facendo offerte in tempo reale. Per i più curiosi e facoltosi, il link da cliccare è www.christies.com/christieslive.

E per coloro che desiderano essere informati su tutti i calendari della case d’asta nazionali e internazionali, sulle quotazioni dei vari artisti, sulle aggiudicazioni e sull’andamento del mercato, il sito da consultare è www.arcadja.com. Si  tratta di un portale che segue in tempo reale ciò che avviene nel mondo dell’arte e che offre agli appassionati anche un magazine on line sia in lingua italiana che inglese, che informa su mostre e attualità del settore, con dati precisi relativi all’economia dell’arte. Dedicato a chi può. Ma anche a chi vuole solo sognare.

Silvia