Alta Velocità con il Wi-Fi, grazie a FS e Telecom Italia

imageLa crisi economica mondiale nel biennio 2009-2010 ha avuto effetti pesanti negli investimenti in tutti i settori economici, incluso il mercato delle telecomunicazioni, frenando di fatto il processo di modernizzazione delle infrastrutture tecnologiche del nostro Paese.

L’inaugurazione del servizio di Internet Wi-Fi e telefonia di qualità sui treni Frecciarossa rappresenta allora non solo una buona notizia ma anche un segnale che lo sviluppo tecnologico ricomincia finalmente a correre in Italia, e lo fa ad alta velocità. Da dicembre, grazie all’accordo con Telecom Italia, il Gruppo FS ha messo a disposizione dei passeggeri dei treni sulla linea AV Torino – Milano – Roma – Napoli un sistema Wi-Fi che permette di navigare su Internet con il treno in movimento utilizzando smartphone e chiavette USB collegate su rete 3G e di telefonare senza interruzioni e con una miglior ricezione anche nelle gallerie. Un servizio innovativo che sarà gratuito fino a fine gennaio. Successivamente verrà applicato un costo di connessione, sebbene la prevista apertura del sistema ai diversi operatori telefonici italiani dovrebbe garantire tariffe concorrenziali.

Nonostante i disservizi registrati nei primi giorni, il servizio ha registrato 4.200 accessi in una sola settimana. Alcuni aspetti restano da migliorare e chiaramente, viaggiando a 300 km/h, la connessione può subire rallentamenti o momentanee sospensioni (non si può pretendere un Wi-fi come a casa). Va comunque apprezzato il lavoro fatto da Ferrovie dello Stato e Telecom che hanno cablato più di 80 gallerie in soli 4 mesi e installato 74 nuovi nodi lungo i circa 1.000 km di linee ad Alta Velocità. Da maggio 2011 inoltre è previsto un ampliamento dell’offerta di servizi con news, filmati, musica, informazioni di viaggio, meteo e videogame disponibili sul Portale di Treno (area accessibile una volta loggati al sistema) e fruibili via Wi-fi.

Si tratta di un progetto impegnativo e ambizioso, necessario affinché l’Italia tenga il passo degli altri paesi europei che già vantano esperimenti interessanti in materia di connessioni in mobilità sui trasporti pubblici. In Francia, per esempio, dallo scorso dicembre la French National Rail Authority (SNCF) ha dotato la propria flotta di treni TGV ad alta velocità della connessione Wi-Fi on board unita a un servizio di contenuti on-demand. In Germania, la Deutsche Bahn (DB) ha iniziato a sperimentare hot-spot wi-fi sui propri treni già dal 2005 mentre in Spagna è stato da poco inaugurato a Madrid il progetto per integrare punti di accesso mobile a Internet su tutti gli autobus della linea urbana.

Investire sulle infrastrutture Wi-Fi è dunque il trend del momento, un’occasione irrinunciabile per il nostro Paese considerando sia la liberalizzazione delle reti wireless (seguito all’abrogazione del decreto Pisanu) e sia lo scenario tracciato da un recente studio di Forrester Research, secondo cui l’italia è tra i primi posti in Europa per numero di connessioni in mobilità usando smartphone e computer.bubble tent for sale

Inoltre nel 2012 un quarto dei cellulari venduti sarà dotato di Wi-Fi. In quest’ottica, l’investimento di Ferrovie dello Stato e Telecom Italia è lungimirante e rappresenta un innegabile vantaggio per gli utenti che, per lavoro o svago, potranno disporre di una rete più veloce e stabile rispetto alla connessione Umts, anche durante gli spostamenti in treno

Stefano