Appuntamento col brand… alle 8 in punto!

Otto protagonisti, otto puntate, otto missioni da compiere, due automobili, centinaia di provini, migliaia di utenti di una community, quattro importanti città italiane sullo sfondo e, collante di tutto, un sito web. Con una brillante operazione di marketing, la Fiat dribbla il rischio di fare di tutti questi ingredienti un disordinato minestrone e dà vita al primo esperimento di web seriale “on the road” dedicato alla neonata Grande Punto My 2008.

 “8 in punto” è un concorso a premi partito il 15 ottobre scorso con la pubblicazione on line dei video-provini degli aspiranti concorrenti. La struttura del serial web si basa su un meccanismo di gioco non particolarmente originale: due squadre composte da 4 elementi ciascuna si sfidano, puntata dopo puntata, missione dopo missione, a bordo di due Fiat Grande Punto. Contemporaneamente, ogni membro della community web assegna punti al suo concorrente preferito. La squadra che vince la singola missione vedrà raddoppiare i voti di ogni componente.

La personalità dei concorrenti emerge durante le puntate, ma anche e soprattutto dai video blog, che ognuno di loro aggiorna liberamente e che tutti i visitatori del sito possono commentare.La partecipazione attiva della comunità web interviene anche nello sviluppo del serial. Sono infatti i singoli utenti a poter suggerire le proposte per le varie missioni, poi vagliate da un moderatore, che vanno a comporre la sceneggiatura del gioco. Non solo, oltre agli otto prescelti, anche altri utenti possono diventare protagonisti del web-serial vestendo i panni degli “uomini missione” che comunicheranno ai partecipanti in cosa consistono le singole prove e quali sono le regole per superarle.Alla fine del concorso, un solo vincitore, il più votato, che si porterà a casa, neanche a dirlo, una Fiat Grande Punto.Che il settore automotive sia uno dei più fecondi di campagne pubblicitarie innovative di certo non è un mistero. Basti pensare alla complessa operazione che ha accompagnato il lancio della nuova 500 nel 2008, per rimanere in casa Fiat, all’attenzione che ormai qualsiasi casa automobilistica riserva al mondo dei social network e dei blogger o anche all’iniziativa di Renault che, con il concorso www.ahahahtwingo.it, mescolava sapientemente guerrilla e viral marketing, dando vita a un concorso fatto di enigmi, video su youtube e partecipazione attiva degli utenti.In questo caso, però, la cross-medialità viene portata a un livello ancora più alto: il consumatore si fa protagonista, autore e giurato in ogni fase dell’intera dinamica del gioco. I livelli di interazione si moltiplicano su una piattaforma che permette il massimo della partecipazione e della visibilità. Un sistema che sembra far scivolare il prodotto in secondo piano per dar risalto alla figura del consumatore. Ancora una volta, il brand fa sentire l’utente al centro dell’attenzione, lo fa diventare protagonista, lo stuzzica, lo diverte per poi, alla fine dei giochi, procedere alla sua cattura.

Comments are closed.