Londra 2012 tra social network e app

Neppure il mondo delle applicazioni si è risparmiato in occasione dell’evento: Android ha lanciato Official Game, il gioco ufficiale di Londra 2012, in due versioni (gratuita e a pagamento) e in otto lingue (cinese, inglese, francese, tedesco, giapponese, coreano, russo e spagnolo). Il game permette di allenare e personalizzare il proprio atleta e di “partecipare” a nove eventi olimpici: 100 metri, 100 metri a ostacoli, salto triplo, salto in lungo, kayak, tiro con l’arco, 100 metri farfalla e salto con l’asta.
La Apple ha risposto con un software, unicamente in lingua inglese, London 2012: Official results app for the olympic and paralympic games, che consente di visualizzare i risultati, avere aggiornamenti in tempo reale, leggere il programma delle gare e conoscere i dettagli dei vari sport e i profili degli atleti. Ad esempio “results” presenta l’elenco completo dei risultati dei 36 differenti sport delle Olimpiadi; “medals” permette di visualizzare il medagliere con i vincitori di ogni gara e competizioni; “my games” dà la possibilità di filtrare le notizie, seguendo le nazioni di proprio interesse.

Anche il mondo dell’IT ha fatto dei passi in avanti in vista delle Olimpiadi:  Samsung, ad esempio, ha lanciato TecTiles, piattaforma che permette di svolgere operazioni con il proprio smartphone, come inviare sms o lanciare applicazioni, in presenza di stickers wireless abilitati. Wave intende, invece, creare network wi-fi pubblici; l’IBM Research di Zurigo ha utilizzato il microscopio atomico per mostrare il logo più piccolo delle Olimpiadi di Londra 2012, formato da una molecola di carbonio a cinque cerchi.

Chi ha voglia di seguire le Olimpiadi non corre certamente il rischio di non essere aggiornato. Basta avere un pc, uno smartphone o un tablet a portata di mano.

Chiara