Cultur-e a “RO.ME – Museum Exhibition” 2019

Dal 27 al 29 novembre, Cultur-e parteciperà a RO.ME – Museum Exhibition 2019, manifestazione dedicata a musei, luoghi e destinazioni culturali. L’iniziativa sarà...

Leggi

Analisi dei competitor

L’analisi dei competitor, o analisi di benchmark, è un’attività imprescindibile per ogni azienda o ente che voglia avere una strategia comunicativa efficace. Analizzare la concorrenza è utile per identificare opportunità e rischi di mercato, per conoscere meglio il proprio target osservando come si relaziona con i concorrenti, per distinguersi dagli altri e – attraverso lo studio dei loro punti di forza e di debolezza – elaborare un’offerta e una strategia diverse e innovative. Con l’analisi della concorrenza si riesce anche a risparmiare tempo e risorse, imparando dagli errori altrui e capendo dalle best practice cosa funziona di più e perché.

Come individuare i competitor

Nell’analisi di benchmark il punto di partenza è capire chi sono i competitor. Sono concorrenti tutti i soggetti che operano nello stesso segmento di mercato e che riescono a rispondere alle stesse necessità del prodotto o servizio del nostro cliente.

Vi sono poi due categorie di competitor: quelli diretti, che propongono un’offerta molto simile a quella del cliente, e quelli indiretti, che appartengono allo stesso segmento di mercato, ma al momento offrono altri servizi o prodotti in alternativa all’offerta che vogliamo promuovere.

Come svolgere un’analisi di benchmark

Per essere efficace, un’analisi dei competitor deve osservare un ampio panorama di aspetti e dati, on e off line, per ottenere insight approfonditi sul business e sulle strategie di comunicazione, marketing, ingaggio e fidelizzazione, valutando la risposta del pubblico e il suo grado di soddisfazione.

Un’analisi della concorrenza deve prevedere l’integrazione delle metodologie tradizionali di analisi di mercato con l’uso strategico dei dati messi a disposizione dal mondo digital. Motori di ricerca, siti web, e-commerce, social network, forum, è necessario presidiare ogni singolo touchpoint digitale per realizzare un’analisi della concorrenza che sia utile alla strategia di web marketing dell’azienda o del prodotto. Inoltre, bisogna studiare le parole chiave per cui i competitor sono posizionati sui motori di ricerca, le strategie di fidelizzazione e di conversione. Senza dimenticare le strategie di CRM. Un’analisi della concorrenza completa permette di individuare best practice e capire meglio cosa funziona (e cosa no) nella comunicazione e nella relazione con gli utenti.

L’analisi dei competitor di Cultur-e

Per l’analisi di benchmark adottiamo un modello di analisi data driven che sfrutta lo sviluppo esponenziale dei big data generati da numerose fonti online (device connessi, discussioni sui social network, strumenti di web analytics e analisi SEO) e li integra a strumenti off line per l’individuazione di best case, anche a livello internazionale. L’attività, in particolare, ha l’obiettivo di mappare i casi di successo in relazione a tre dimensioni.

  • Strategia di marketing: osserviamo le strategie commerciali, di promozione e di ingaggio della customer base.
  • Strategia di identità e comunicazione: studiamo la brand identity e la brand architecture delle realtà omologhe o affini;
  • Strategia digital: analizziamo la user experience, il web design, i contenuti e servizi offerti online, la presenza e le attività social, la linea editoriale adottata, il livello di engagement e di gestione della community di utenti in target.

Per ogni dimensione individuiamo i punti di forza e di debolezza (swot analysis), con una sintesi finale delle evidenze e delle best practice emerse.

L’analisi dei competitor si aggiunge alle altre nostre analisi data driven (contesto, target, SEO, assessment dei canali proprietari, reputazione online) e ci permette di orientare al meglio le strategie di marketing, commerciali e comunicative del cliente, creando soluzioni originali, innovative e customer-oriented.