Un’unica voce, saperi diversi. I Musei Civici di Verona affidano a Cultur-e la nuova comunicazione

Riconoscibilità e coinvolgimento. Questi gli aspetti distintivi che siglano la sinergia tra Cultur-e e i Musei Civici di Verona, mettendo a segno una nuova strategia di...

Leggi

Commissione Europea

 

A inizio 2020 la Delegazione Italia della Commissione Europea ci affida un’analisi dell’ecosistema dell’informazione online italiano nel 2019 con l’obiettivo di individuare dinamiche di comunicazione anomale e attività di disinformazione relative all’Unione Europea e finalizzate ad inquinare il dibattito pubblico.

Contesto

Il Consiglio Europeo ha riconosciuto la disinformazione online come una grave minaccia per la società, fin dal 2015. Nella primavera del 2018, l’Eurobarometro ha pubblicato una importante ricerca sulle notizie false e la disinformazione online. In tale quadro, la nostra analisi si è concentrata sull’ambiente informativo digitale italiano e le discussioni relative all’UE, con l’obiettivo di rilevare la presenza di attività anomale di comunicazione e dinamiche informative malevole. L’ecosistema digitale italiano relativo alle discussioni 2019 sull’Unione Europea è stato esplorato attraverso analisi sia quantitative che qualitative.

La metodologia di analisi

Quali sono state le narrazioni di base sull’UE nell’ambiente informativo digitale italiano nel corso del 2019? Quali sono state le più inclini ad essere oggetto di attività anomale? Per rispondere alle domande di ricerca, abbiamo focalizzato lo studio sulla produzione di contenuti, in modo da approfondire l’origine di ogni potenziale attività di disinformazione e concentrare, allo stesso tempo, l’analisi su un oggetto di ricerca più definito. Partendo dagli articoli pubblicati online su piattaforme di notizie, blog, aggregatori o siti Web tra gennaio e dicembre 2019, abbiamo definito una serie di parole chiave pertinenti e utilizzato un evoluto strumento di analisi per identificare i dati rilevanti e valutare gli obiettivi e l’impatto delle azioni sistematiche di disinformazione realtive all’UE nella rete italiana.

Unione europea, un concetto poliedrico

L’analisi dei contenuti pubblicati nella rete italiana ha evidenziato come l’Unione Europea sia percepita come un concetto poliedrico, oggetto di discussioni e disinformazione. È un tema in grado di suscitare un’attenzione significativa e uno spiccato coinvolgimento emotivo negli utenti che – a seconda degli attori coinvolti – può venire manipolato per molteplici scopi. L’idea di Europa è stata utilizzata per avvelenare e infiammare il discorso pubblico a livello locale, o per favorire interessi particolari, ma è stata anche funzionale a diffondere un più ampio senso di comunità ed aumentare la percezione positiva dell’essere cittadini europei.

News

Percezione del Brand Italia nel mondo: un caso di studio per Farnesina

L’Italia ha goduto storicamente di una spiccata capacità evocativa dei valori di creatività ed eccellenza di prodotto riassunti nell’espressione Made in…

Leggi