Cultur-e a “RO.ME – Museum Exhibition” 2019

Dal 27 al 29 novembre, Cultur-e parteciperà a RO.ME – Museum Exhibition 2019, manifestazione dedicata a musei, luoghi e destinazioni culturali. L’iniziativa sarà...

Leggi

Analisi del target

Per garantire il successo di un prodotto, servizio o iniziativa è necessario svolgere un’analisi del target di riferimento per delineare un utente – cliente ideale. Prima di sviluppare qualsiasi strategia di marketing o di comunicazione, è importante sapere quali persone sono realmente interessate al prodotto che si intende proporre, cosa li spinge all’acquisto o utilizzo, quale opinione hanno del brand, qual è il loro livello di soddisfazione.

Conoscere i propri clienti permette di costruire un piano d’azione efficace e coerente, in grado di offrire quello che l’utente si aspetta, creando contenuti ad hoc pensati appositamente per il target individuato, senza perdere tempo e soldi in investimenti poco fruttuosi.

L’analisi del target in Cultur-e

Le nostre strategie digital sono sempre guidate da un’analisi del target completa e rigorosa, in cui identifichiamo i segmenti di mercato o di pubblico potenzialmente interessati a un brand, prodotto o servizio, per poi definire gli utenti tipo – le personas – e costruire la loro customer journey map. Per arrivare al nostro obiettivo, realizziamo ricerche di mercato per raccogliere dati utili all’elaborazione di strategie di marketing data driven. L’obiettivo è rispondere ai bisogni e alle aspettative dei target identificati.

Segmentazione del target

Il primo passo dell’analisi del target è individuare i potenziali clienti che sono realmente interessati all’offerta del nostro cliente e organizzarli in gruppi omogenei. Per ognuno definiamo le caratteristiche, cosa li accomuna, perché possono trarre un beneficio dall’acquisto, come possono trovare una risposta ai loro bisogni o identificarsi con il brand, prodotto o servizio offerto.

Identificazione delle personas

Dopo aver segmentato i target, diventa strategico definire gli interlocutori tipo, o personas, individuando per ognuno il sesso, l’età, la professione, le abitudini e gli interessi personali. Se l’obiettivo è l’acquisto, individueremo le buyer persona, se si intende anche far conoscere un brand o un servizio, creare consenso e fiducia, definiremo le customer persona.

Più informazioni si raccolgono in questa importante fase di analisi, più sarà semplice definire delle consumer persona e creare dei contenuti ad hoc in grado di fidelizzare l’utente.

Ideazione della customer journey

L’analisi del target si conclude con la definizione della digital customer journey map. Si tratta del percorso che compie un cliente per entrare in contatto con un’azienda o con un prodotto – servizio. È indispensabile per comprendere le azioni, le scelte, le emozioni che muovono gli utenti nel soddisfare un bisogno: dalla lettura di un post, al clic di un link, alla navigazione di un sito web fino alla compilazione di un form o all’acquisto di un prodotto.

La customer journey si basa sull’ipotesi di situazioni tipo in cui l’utente, sia on line che off line, entra in contatto con il brand, prodotto o servizio, viene ingaggiato in diversi touchpoint attraverso contenuti attrattivi (video, post, banner pubblicitari, ecc.) e indirizzato verso contenuti di approfondimento, in un percorso ideale che si conclude con la conversione da parte dell’utente. Per ciascun segmento individuato, e interlocutore tipo, si definisce la strategia di marketing (comprese azioni di inbound marketing) funzionale al raggiungimento degli obiettivi di conversione.

Una volta terminata l’analisi del target – e completate le altre analisi data driven, interne ed esterne al cliente – i nostri project manager possono elaborare una strategia integrata e multicanale efficace, definendo linguaggi, messaggi, canali e azioni più adatti ai fini del raggiungimento degli obiettivi prefissati e declinati sui bisogni e sulle aspettative reali di un pubblico interessato all’offerta.